Get a site
 

Post Scripsit<br> <…

Post Scripsit


“After the Ordeal..”

Quel che successe poi.. un po’ di confusione, viene prima attorniato dai fans e poi proditoriamente rapito da ben due troupe televisive, una di Rai Educational (“non lo sapevate? Sapevatelo, con..”) e l’altra di Rai 3, per una trasmissione che si chiama Neàpolis e va in onda tutti i pomeriggi alle 14:30, ergo uno dei prossimi pomeriggi..

Tornando alla fredda cronaca, Daria s’era già allontanata, Luca la raggiunge poco dopo (sapremo poi che concluderanno la serata a veder spuntare la luna a MareChiaro), la Pizia si ricongiunge al suo Simone, io riesco ad avvicinarmi a Strelnik abbastanza per stringergli la mano e fargli le congratulazioni per l’intervento (diòbono) prima che Monia lo abbracci ancora piu stretto e gli ricordi che, dopotutto, è San Valentino.

Con mio rammarico, non riesco a incontrare e salutare nè Arsenio Bravuomo, nè Hotel Messico, entrambi prendono il largo presto.
Il Poeta esce dalla sala, e poco dopo tutti gli altri, rimangono solo Pros e il prode Giulio a discutere davanti al palco.

Il Mullah e Manu si sono uniti a un gruppetto di persone che, frastornate da tecno-tarantelle sparate a parecchi decibel sopra il consentito dal DJ Miele, si avvicina al banco dei rinfreschi generosamente imbanditi.
Consistenti in pochi piatti di carta con esiguo numero di taralli salati, qualche bicchiere di carta riempito a discrezione d’acqua di fonte e nient’altro.
Volendo, si può acquistare della birra calda.. o semi-fresca. Qualcuno lo fa, ad esempio b.georg che perlomeno la regge, anche a stomaco semivuoto.

Usciamo a nostra volta, tocca aspettare che termini di rilasciare queste benedette interviste. A un certo punto sembra che abbia finito, ma no, lo inseguono addirittura con la telecamera. E poi si avvicenda un’altra troupe.

C’è da dire a suo merito, che riesce a rimanere pressochè serio mentre noi, b.georg e anche Pros gli facciamo praticamente le smorfie e le boccacce durante le interviste.

Il Poeta che intanto è al piano di sotto con la Pizia e altri in attesa che appunto finisca, gli fa pure suonare il cellulare durante l’intervista: risponde senza scomporsi, in diretta televisiva.

Alla fine, dopo esserci intrattenuti con Mariacircassa e il di lei marito, finalmente si esce tutti insieme dalla Mostra.
Siamo una ventina. L’idea sarebbe di andare da qualche parte a cena tutti insieme. Faccio presente che il buon Zu ha suggerito un paio di posti abbastanza vicini, visto che quasi nessuno è automunito, e molti come noi hanno l’albergo in zona.

Alla fine, dopo lungo parlamentare, nonostante Annarita provi a convincerci ad allontanarci dalla zona Fuorigrotta con la metropolitana, proviamo ad avviarci verso la pizzeria Ciarly (sic) in Piazzale Tecchio, uno dei due locali consigliati. Sono ormai le 22:30, il locale è pieno. Ad una prima richiesta, dicendo ad un cameriere che siamo 16, promette di sistemarci in 15-20 minuti. A una successiva precisazione che siamo 20, Ciarly in persona ci dice “niente da fare”.

A questo punto, prima la Pizia e fidanzato, poi il gruppetto che fa capo al Guru Granieri, e infine il Mullah Omar con fidanzata alticcia (birra calda a digiuno) abbandonano la compagnia.

Update: Manu precisa di non essere la fidanzata del Mullah al quale si accompagnava, ma un’amica a sua volta autrice di proprio weblog.

Rimaniamo in dieci, riusciamo a trovare una pizzeria semivuota non troppo distante e ormai raggiunta quasi la mezzanotte, riusciamo a ordinare. E trascorriamo piacevolmente la cena discutendo un po’ di tutto, e non solo di blog. Oddio, quasi tutti.. Uiallallà (Luca) che pure ascolta attentamente e dopocena ci saluta uno per uno ringraziando per la bella serata, non proferisce verbo.
Verso l’una, dopo aver appreso la notizia del tragico decesso di Marco Pantani da una troupe Rai seduta al tavolo dietro di noi, ci accomiatiamo.

Mariacircassa e il marito Marco, Annarita e montano su un Taxi, noi ci avviamo a piedi.. da notare che l’albergo di b.georg e Pros era esattamente di fronte alla pizzeria, ma avevano l’auto davanti alla Mostra d’Oltremare.

L’indomani mattina, dopo aver preso la metropolitana per Piazza Garibaldi ed aver piacevolmente passeggiato per quella specie di Suk mediorientale che sono i dintorni, preso l’aperitivo sul lungomare e letto i giornali all’ombra del Maschio Angioino, riceviamo una chiamata da che ci annunzia che non solo sono svegli, ma sono usciti dall’Hotel in via Costantinopoli e hanno raggiunto un Caffè Letterario in piazza Bellini dal suggestivo nome di “Intra Moenia”.

E appunto tra le mura li raggiungiamo poco dopo: la coppia Sofri/Bignardi s’è già accomiatata, oltre a e a b.georg ci sono ancora Strelnik e Monia che consumano aperitivi e bruschette al pomodoro con ammirevole dedizione. Si chiacchiera piacevolmente, poco dopo ci raggiunge Annarita reduce da Galassia Gutenberg, e chiede al Poeta consigli per il Poetry Slammer del pomeriggio.

Il sole si nasconde dietro le nuvole, ci ritiriamo al coperto, e davanti ad una bottiglia di Lacrima Christi rosso del Vesuvio, brindiamo alla salute dei presenti e degli assenti.

Si avvicina l’ora del commiato, e b.georg partono con la stessa compagnia no thrills ma ad orari diversi. Ci si saluta in Piazza Dante, noi prendiamo la metropolitana, il Confuso annuncia che non farà mai più una cosa del genere e aggiunge che dato che non saprebbe che fare a Napoli fino alle 20:00, anche se il suo aereo parte due ore più tardi andrà all’aeroporto col Poeta. Nell’attesa del check-in produrrà infatti il post “Volare Volare” pubblicato la mattina successiva e scritto su un foglio di carta.
Quando si dice la dedizione.

    7 Responses

    1. buon appetito…

    2. Ti va di essere intervistato per “I Blogorroici”? Fammi sapere lasciandomi un commento su blogorroici.splinder.it! (Zapotek)

    3. io NON sono la fidanzata del mullah. io NON vado al seguito di nessuno. io, sparlavo per la birra, questo sì. 🙂 ma io ho un blog, mon dieu. io sono mardin, NON la consorte del mullah. io sono mardin: autonoma, indipendente, libera e ubriaca di natura. 😛 scherzo, obviously. ma tu correggi, zu. ne va del mio orgoglio femminile. mi fa piacere averti ritovato. manu

    4. eh sì.
      confermo tutto.
      Manu è ubriaca di natura, e non è la mia fidanzata. 🙂

    5. Ciao Manu, ciao Mullah, bentrovati. Per le correzioni, passo la palla all’autore dell’intervento, Gilgamesh, il quale se ha scritto quelle inesattezze avrà avvertito nell’aria le vibrazioni amorose… o più semplicemente sarà stato distratto dalla sua Mistràl.

    6. mai avrei pensato che per scollarmi di dosso l’etichetta di fidanzata sarei arrivata a rivendicare quella di blogger… 😛 manu

    7. Grazie Gilg per la tua cronaca densa di particolari dai forbiti accenti. Traspare una certa inutilità del tutto, ed un vagare avvolto in una nebbia di noia partenopea. Eppure avrei voluto esserci.