Get a site
 

Onor di recensione d…

Onor di recensione di vino e buone cose.


Ah be.


Gnam gnam e tric e trac. Pizzoccheri doppia razione, coniglio mosso nel senso che di secco niente si teneva addosso ma pacioso al punto giusto che quasi pareva un succo. Patate nella pasta, patate fra le paste. Disegni oscenici di un arte scenica che di prova si appende alle pareti in mostra da pazzi. Son cose, direbbe qualcuno. Qualcun’altro le cucina, le idealizza, le sadomasochizza. Una chiusa di buon vinello timida ed un caffè in meno per tenerci svegli e coraggiosi.


La padrona di casa chatta con noi, parla, cucina, s’alza e s’inchina. Tra una portata e l’altra un cappello di paglia.


Sphera fra i piatti e la tavola è gran padrona, noi in tavolata alla sua casa siam stati schiavi d’una splendida serata.


Fuori finestra c’è sotto l’acqua una cittadella: ma non se n’è fatto molto caso, noi eravan pazzi seduti a un tavolo.


Mike.

    2 Responses

    1. Bellissima recensione sfumata di improbabile sadomaso 🙂La ricetta del coniglio è qui.

    2. Non sono ancora riuscito a vederla, quella ricetta (colpa di altervista, credo). Per fortuna però l’ho gustata, eccome.
      Nel frattempo, si può vedere la stessa scena descritta da altri occhi a cura di Fraps.