Get a site
 

…e tre!

…e tre!


(per le puntate precedenti, vedi qui)

___

Stavolta a Mistràl e a Gilgamesh vanno tributati doppi ringraziamenti, ché senza le loro affettuose insistenze non mi sarei deciso a godere questo magnifico supplemento di vacanze e avrei dovuto rimandare ulteriormente la conoscenza diretta con la personcina che il bardo tiene amorevolmente in braccio.

In effetti, oltre alla bellezza dei luoghi (ogni giorno una o più spiagge d’incanto) e alla piacevolezza della compagnia, menzione d’onore merita Emma, che dall’alto del suo anno non ancora compiuto ammaestra e seduce astanti di ogni età.
I genitori, di cui pure conosco e apprezzo la grande intelligenza, sono impunemente manipolati dalla sua bisillabica capacità verbale e da quel bellissimo sorriso gengivale, ma ciò è abbastanza ovvio.
La morbidina, però, è riuscita in pieno a conquistare anche i miei cuccioli: la Cajuina stava a coccolarla appena possibile – e lo prevedevo; Lorenzo, dal canto suo, giungeva perfino ad abbandonare i suoi "allenamenti" a calcio o a racchettoni per lasciarsi abbracciare e sbaciucchiare dalla travolgente creatura, limitandosi semmai a sospirare: "Eh, è duvra la vita del babysittevr!".

Un bacino con lo schiocco, come quelli che sai dare tu, minibarda.

    8 Responses

    1. La piccina è qua che beve latte alla spina, sua unica bevanda a parte occasionalmente un po’ di succo di frutta dal ranocchietto-dispenser che le avete regalato. Ricambia bacini e baciotti, e fa un sacco di sorrisi. Oggi, oltre a quasi 40 minuti d’altalena (al massimo ma non verticale) s’è fatta un bel giro sul Trenino Lillipuziano che fa il periplo di PratoGiardino, acchiappando al volo quasi tutte le bolle di sapone che le sono capitate a tiro.

      Ora le passo la tastiera un istante, che pare proprio voler aggiungere qualcosa di suo:

      , (

    2. (quello sopra è Gilga not-logged-in, of course!)

      Aggiungo solo che il più bel complimento finora ricevuto dalla Bardocucciola rimane quello sospirato da Lorenzo “Pensa che donna cavrina diventevrà da gvrande!”… ;o)

      Grazie per questa deliziosa presentazione e soprattutto per essere venuti anche quest’anno ad allietare la vacanza estiva nell’isola incantata, davvero la casa dell’amaca non sarebbe stata la stessa senza di voi (come insegna il titolare, “la condivisione raddoppia il piacere”).

      Un bacio ai migliori baby sitter che potessimo desiderare! ;o)

    3. Aehm… sotto, intendevo, sorry! ;o)

    4. Sopra o sotto, l’importante è che ci diate dentro.

    5. Faremo del nostro meglio, come rispose sogghignando la mia prof (fiorentina purosangue) alla madre di una sua allieva di Prato che la pregava “suvvìa signora, la sia lasciva” (intendeva indulgente, obviously, ma figuriamoci se Mirella si sarebbe lasciata sfuggire un così bel qui pro quo!).

    6. Escusassero, ceppermesso?

      Professoressa, può uscire zu un attimo? No, è che lo cerca il professor Caccavale…

      ([fuori la porta, zitto zitto]No, niente, Zu, volevo solo dirti che hai scritto una cosa talmente tenera che ora non so come fare a togliermi questo sorriso scemo dalle labbra. La “bisillabica capacità verbale” e il “sorriso gengivale” mi hanno fatta fessa 🙂)

    7. (Hanging, facciamo filone insieme?)

    8. Gilgamistralèmma, una trinità!