Get a site
 

 GIORNODOPOGIORNO

Mi sono figurato un uomo. Uno senza sogni. Di quelli senza sogni palesi. Senza aspirazioni materiali. Non importa che abbia o no una famiglia. Quest’uomo vince una fortuna alla lotteria. Una di quelle fortune che possono cambiare dieci vite tutte insieme; svariati milioni che non ne cambieranno neppure una. Mi sono figurato quest’uomo che getta la schedina vincente da un ponte. Per tutta la vita avrà una carta nascosta, la ferma consapevolezza che la sua vita sarebbe potuta essere un’altra. Un jolly da sfoggiare a se stesso ogni minuto. Anche se la sua vita continua, la stessa,

                                      giorno dopo giorno dopo giorno dopo giorno dopogiorno dopogiornodopogiorno

    4 Responses

    1. oddio…

      io nn sò se sarei stata capace di fare altrettanto…

      anzi.. è sicuro che non lo avrei fatto…

    2. io neppure invero

    3. bellissimo

    4. penso a tutti i biglietti vincenti che ho buttato da molti ponti. di qualcuno me ne sono accorto mentre cadeva, che era vincente. di altri, me ne sono accorto quando ormai l’acqua del torrente, là sotto, l’aveva dissolto. di uno, mentre lo buttavo, ho pensato: “è vincente, ma è giusto così”. è l’unico per cui ho avuto dei rimpianti.