Get a site
 

Mi accorgo che natale, quest’anno, non sarà luccichio paillettes e lustrini.
parlo per me ovvio, ma non solo. Parlare per sé, parlare di sé è inutile per chi legge e non ti sa, non sa cosa mangi, dove sei cosa fai per vivere, come riesci a sopravvivere, non sa cosa leggi… ecco una cosa che faccio sempre: se vado in una casa per la prima volta porto una piantina in regalo.
Poi faccio sempre altro, guardo se in giro ci sono libri e quali. In realtà non è forse un modo di fare da persona beneducata, ma va così da anni; è un mio vezzo: che vi voglio dire…
se a questo si aggiunge che ODIO i best-sellers e i libri d’arte da 150 euro messi lì come per caso, omaggio magari di una banca, di uno studio di design industriale, dell’ENEL, beh, lo capite da soli perchè amici veri non ne ho tanti.
Ma torniamo all’argomento: Natale, e mi sembra che i miei amici siano melanconici un po’ tutti, nessuno ha voglia di ridere. Forse è un bene a pensarci un po’… hai visto mai che -finalmente- a Natale ci sarà gente che vedrà buoni film -ce ne sarà qualcuno in giro spero- leggerà bei libri, farà passeggiate…
io leggerò e farò passeggiate e andrò a sentire concerti in giro per le chiese della mia città (non solo musica sacra: parlo di una rassegna di voci da Israele, dal Tibet, dall’Asia organizzata in alcuni dei trecentomila oratorii barocchi di Palermo e di tanto ma tanto jazz…:-)))
e poi andrò a trovare il mare… come si va a trovare un amico brontolone e malconcio a cui vuoi un bene dell’anima…

Che tutti i tuoi sogni si avverino, Zu
che i vostri giorni siano sereni e le notti soavi, amici
Simona

    2 Responses

    1. Benvenuta Simona!
      Ora memorizzerò questo tuo nuovo strano pseudonimo, che sarà inserito nell’elenco dei convitati.

    2. Bentrovato Zu :-***
      buon appetito a tutti gli altri!
      a presto
      Simona